Mi presento

In questo blog voglio raccontarvi la mia passione per la musica, quella che mi piace e ascolto.

Avrei voluto farlo molto tempo fa ma non c’era la motivazione necessaria o, forse, non era arrivato il momento giusto. Ho sempre ascoltato musica tanto che una delle prime cose che ho chiesto in regalo ai miei genitori è stato un walkman, ancora lo ricordo, era bellissimo, un Philips verde smeraldo che ha accompagnato ogni mio passo per tutta l’adolescenza.

I primi acquisti musicali invece sono stati in vinile per poi passare alle ormai obsolete musicassette, seguite dai cd e qui, a livello di acquisti, mi fermo perché mi piace avere un supporto fisico, un booklet tra le mani da sfogliare in cui leggere autori, musicisti, credits. Da un anno circa sono tornata ad acquistare anche qualche vinile perché, alla fine, tutto torna, le cose si evolvono per tornare a guardare con nostalgia ai tempi in cui tutto era più lento. Un 33 giri ci consente di avere al massimo 5/6 tracce su ogni lato, ci permette di percepire lo spostamento fisico del suono nello spazio, ci richiede in cambio tempo, quello che non abbiamo mai, un luogo preciso, in un tempo in cui la musica si sposta velocemente su megabyte in un non-luogo che ci raggiunge ovunque siamo. Il vinile oggi è una scelta precisa di campo che potrebbe sembrare anacronistica ma vi assicuro che non lo è, restituisce alla musica il suo tempo e a noi uno spazio unico in cui goderne senza distrazioni.

cropped-wp_ss_20171108_0001.png

Negli ultimi anni la musica si è fatta sempre più strada nella mia vita fino ad occupare spazi a cui, fino ad allora, non aveva avuto accesso, è diventata ad esempio, uno dei motivi per cui prendere una valigia e raggiungere un’altra città, se c’è qualcosa di più bello del viaggio, è farlo per la musica, unire due cose che fanno stare bene amplifica il benessere.

L’ultimo anno è stato sicuramente quello in cui la musica mi ha portato a stupirmi di me stessa e delle possibilità che non sfruttavo, così ho ripreso in mano una chitarra, ho deciso di seguire la musica che mi piace a prescindere dal fatto che ci sia qualcuno che lo faccia con me, un concerto da sola è comunque un concerto e con te ci sono migliaia di persone mosse dalle stesse emozioni. L’importante è non fermarsi di fronte a quelli che ci sembrano ostacoli insormontabili e che, in fondo, sono semplici gradini.

Nella mia vita sono arrivate tante nuove persone che, al di là della musica che ci ha fatto avvicinare, condividono con me le vicissitudini quotidiane fino a farle sembrare più leggere che non è scontato e, soprattutto, non è cosa da poco.

Quello che la musica mi sta regalando in termini di emozioni iniziava a diventare difficile da gestire, avevo necessità di trovare una forma in cui esprimerlo al meglio, in cui incanalare tutta l’energia, un luogo che fosse accessibile a chi avesse voglia e tempo da dedicargli, così nasce questo blog che unisce due passioni, viaggi e musica, in un solo luogo virtuale in cui racconterò il mio mondo a chi vorrà ascoltarlo.

Buon viaggio

Loredana

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: