Il Festival di Sanremo tra mass media e focolare.

Siamo alla vigilia del 69° Festival di Sanremo e l’Italia si appresta a fermarsi una settimana per dare spazio all’unico Media Event nostrano.

20190204_030851_0001.png

Il Festival della Canzone Italiana è, in effetti, il solo evento in grado di monopolizzare l’attenzione dei media per tutta la sua durata. Radio, stampa, tg, tv, web, per 7 giorni almeno parleranno di Sanremo, non importa che sia delle canzoni in gara, degli ospiti, del look, di gossip, dei presentatori, delle gaffe, quel che importa è parlarne.

Se i media lo racconteranno, tutta l’Italia si fermerà a guardarlo, diffidate da chi dice che non lo farà, magari per poco, forse per sbaglio, tutti nel corso della settimana vedranno qualcosa del Festival.

Per rendere l’idea della rilevanza di questa manifestazione vi ricordo come nel 2013 venne slittata la data delle elezioni politiche per evitare che coincidesse con il Festival. Questo sottolinea il ruolo di primo piano che la musica, e di riflesso questo evento, ha nel nostro Paese, provo ad immaginarne il motivo: l’Italia ha un’importante tradizione musicale radicata e, soprattutto, gli italiani hanno bisogno di “distrazione”. La musica ha fatto da contrappunto ad ogni momento della storia italiana e del nostro vissuto personale, non delude, è colonna sonora dei giorni felici e conforto in quelli bui, ha saputo raccontare l’Italia dell’arte e quella di cui non andare fieri, la politica e la cronaca, l’amore e l’amicizia, la morte e il divertimento, la violenza e il disagio, la forza interiore e la bellezza. Per tutti questi motivi gli italiani amano la musica e Sanremo.

Il Festival non è solo un grande evento mediatico, fa anche parte della tradizione italiana e, come tale, è sempre entrato nelle case, lì dove le famiglie si sono sempre riunite davanti alla radio prima, alla televisione poi, per seguire questo evento. Io, come sicuramente molti di voi, ricordo il Festival di Sanremo come un momento in famiglia. Da bambina seguivamo in maniera rituale tutto il Festival e aspettavamo con ansia che venisse proclamato il vincitore, si superava sempre la mezzanotte, ma in quell’occasione mi veniva concesso di restare sveglia. Seguivamo tutto fino alla fine in cucina, ognuno aveva il suo preferito e, molto spesso, si andava a letto delusi per l’esito, poco importava però, l’attesa e la musica ci avevano regalato emozioni.

Anche quest’anno Sanremo ci farà dimenticare per una settimana le difficoltà di questo Paese, ci racconterà con note e parole la vita.

Sul solco dello scorso anno, osando ancora di più, Claudio Baglioni ha composto un cast coraggioso che prende in considerazione tutti i generi musicali. Vedremo sul palco dell’Ariston rock, pop, rap, reggae e trap. Mai come quest’anno la rosa degli artisti in gara rispecchia il reale panorama musicale italiano fatto di classifiche scalate da rapper e trapper, di una scena “indie” che è sempre meno di nicchia, ma anche di cantautori, gruppi rock e, ovviamente, di grandi interpreti.

Il risultato sarà un Festival che coinvolgerà un pubblico trasversale composto da adolescenti e anziani, senza dimenticare le generazioni di mezzo, avranno tutti qualcosa da scoprire, magari rimanendo sorpresi, perché tutta la musica merita un’opportunità. Anche in questa edizione ci appassioneremo, ci emozioneremo, faremo il tifo, ma solo il tempo deciderà se consegnare, o meno, queste canzoni all’immortalità, a prescindere dal destino del suo interprete.

A seguire i 24 brani in gara con il big che li presenta e l’ospite con cui duetteranno nella serata di venerdì. Cliccando sul titolo della canzone potrete leggere il testo del brano. Se non conoscete tutti i concorrenti e volete saperne di più potete andare sul canale Instagram del blog oppure sulla pagina Facebook sempre del blog. Buona visione e buona musica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: